scales3.gif - 3131 Bytes Port@Lex7.gif - 6843 Bytes progetto2.gif - 1634 Bytes
Port@Lex arrow2.jpg - 581 Bytes Il Manuale di Sopravvivenza del Consumatore
Link_Interni1.jpg - 1600 Bytes Benvenuti sul Portale del Diritto dei Consumatori Link_Esterni1.jpg - 1629 Bytes
Torna a Portalex Home Page
Il Manuale di sopravvivenza del Consumatore
La storia
Il Codice del Diritto dei Consumatori
postina.gif - 487 Bytes
In questo momento sei su
Port@Lex.it
La tavola dei link
Torna a Portalex Home Page
Il Manuale di sopravvivenza del Consumatore
La storia
Il Codice del Diritto dei Consumatori
scales3.gif - 3131 Bytes
Manuale di sopravvivenza del Consumatore

5/Comunicato

Buongiorno,questa è una pagina extra, che ritengo giusto pubblicare per sottolineare l'importanza dei comunicati stampa del 25 agosto della ADUC, una Associazioni per la difesa dei consumatori che, come ho già sottolineato in precedenza, non fa parte delle grandi associazioni raggruppate nel Consiglio Nazionale Consumatori Utenti (nuovo sito www.tuttoconsumatori.it non sempre raggiungibile) presso il Ministero delle Attività Produttive (www.minindustria.it ), ma riesce ad esprimere idee ed iniziative originali.

Il concetto espresso dalla Aduc è esatto, non servono gli osservatori dei prezzi o i grandi accordi che riempiono la bocca di tutti ma restano sulla carta. Bisogna rendersi conto che la differenza tra i prezzi alla produzione e quelli al consumatore finale è pazzesca, abissale, inconcepibile; e quindi se si vuole porre un limite a questo sistema malvagio non è sufficiente fare scioperi di un giorno, che possiedono comunque una loro importanza simbolica, ma bisogna smettere di comprare ciò che vuole la catena della distribuzione ed iniziare a ragionare con la propria testa.

È stato ormai compreso da tutti, ritengo, che il motivo di questa improvvisa rovinosa caduta del potere di acquisto degli italiani (e conseguentemente del benessere globale della nazione), dipende fortemente dal mercato dei beni di consumo al dettaglio, dove, all'indomani dell'entrata in vigore dell'Euro è stata fatta questa semplice e scorretta uguaglianza: 1 Euro = 1000 Lire, quindi un paio di scarpe da cento mila lire sono di colpo diventate un paio di scarpe da cento Euro.

In questa maniera siamo diventati tutti poveri, perché il nostro stipendio e le nostre pensioni da quel momento hanno perso il 50 percento del valore, ed ovviamente sono crollati i consumi, ma ci sono voluti quasi due anni perché la realtà fosse percepita da tutti, ed ora risalire la china sarà molto faticoso.

Indubbiamente una parte di responsabilità compete anche a tutti quei governi che, dagli anni novanta e fino al 2001, ci hanno guidato dalla Lira all'Euro, e potevano e dovevano prevedere questa catastrofe nazionale.

In molti accusano anche l'ISTAT di aver divulgato dati imprecisi, che hanno sminuito la gravità della situazione.
Certamente gli indici comunicati da questo ente negli ultimi due anni non sempre hanno trovato consenso da parte di lavoratori e pensionati che ogni giorno si confrontano con la realtà dei mercati, ma sostenere che ci siano delle macchinazioni penso sinceramente che sia fantascienza o fantapolitica; più semplicemente è probabile che costoro non siano riusciti ad elaborare un modello di rilevazione veramente efficiente; quindi, per avere un panorama più ampio della situazione ci si può anche rifare ai dati dell'EURISPES, che ha affermato, in questi ultimi due anni, di aver rilevato aumenti sui prodotti di largo consumo e sulle tariffe anche superiori al 10 percento.

Seguite quindi attentamente i consigli dell'Aduc, e magari, prima di fare acquisti costosi, convertite i prezzi in lire e cercate di ricordare quale era il valore dello stesso bene due anni fa, si dice che in due anni i prezzi siano saliti, in media, del 6% circa, ma sicuramente avrete delle sorprese; se non siete convinti non acquistate nulla e prendetevi delle lunghe pause di riflessione.

©2003 Paolo Triberti e Port@Lex.it, Tutti i diritti riservati.
Per riprodurre, anche in parte, il contenuto di questo testo, è obbligatorio citare l'autore.

Torna alla pagian iniziale - Vai alla pagina seguente

Il Consiglio Nazionale Consumatori Utenti
Il Garante della Privacy
Il Governo
Il Parlamento
La Presidenza della Repubblica
La Corte Costituzionale
Il Parlamento Europeo
Il Ministero della Giustizia
In questo momento sei su
Port@Lex.it
Ministero dell'Economia 1

Ministero dell'Economia 2
Ministero delle AttivitÓ Produttive 1

Ministero delle AttivitÓ Produttive 2
Ministero dell'Interno
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Tutti gli altri Ministeri
Tutti gli altri Garanti
postina.gif - 487 Bytes
scales3.gif - 3131 Bytes
In questo momento sei su Port@Lex.it
Torna su
Copyright ┬ę 2002-2004 Port@Lex.it - Tutti i diritti riservati
Indirizzate le vostre mail a: progettoportalex@aruba.it